image_pdfimage_print

I servizi di Consultazione, di Psicoterapia e di Supporto allo studio si attuano presso gli studi dei professionisti. Per ulteriori informazioni telefonare al numero 3491237590, inviare una mail all’indirizzo info@adolescenzainforma.it.

 

Il Servizio di supporto allo studio.

Questo progetto nasce con l’obiettivo di fornire un supporto allo studio ai preadolescenti e agli adolescenti che hanno intrapreso un percorso psicoterapeutico con la sua equipe.

Il disagio scolastico può infatti rappresentare un problema che i ragazzi e le loro famiglie sentono come un problema da risolvere con urgenza. Tuttavia, sotteso a questa difficoltà, talvolta può emergere un disagio più diffuso. Spesso i ragazzi arrivano alla terapia per problemi scolastici o manifestano, insieme ad altri disagi, anche disturbi dell’apprendimento, difficoltà di concentrazione, di relazione con il gruppo classe o con gli insegnanti, di scarsa fiducia in sé stessi e nelle proprie competenze, di disimpegno o di opposizione rispetto alla scuola e a quello che per loro rappresenta in questo particolare momento di vita.

Per questi motivi si è rivelato molto utile affiancare all’attività del terapeuta, volta a comprendere gli aspetti personali più profondi, un’attività di supporto da parte di figure che possano accompagnare il ragazzo nel corso dell’anno scolastico. Questa attività non si sovrappone a quella del terapeuta e non si connota in nessun modo come attività clinica. Aspetto fondamentale del progetto è la proposta di uno spazio costante dedicato al ragazzo nel quale può incontrare, una o più volte alla settimana, una sorta di “tutor” che lo accompagnerà con un ascolto attento e sensibile.

Obiettivi principali sono:

  • comprendere con l’adolescente quelli che vive come aspetti di maggior debolezza
  • sostenerlo nelle sue competenze
  • offrire uno spazio “neutro”, esterno alla scuola e al proprio ambiente domestico

Il progetto si propone quindi di coordinare le interrogazioni e la preparazione per le prove scritte, individuare insieme le aree su cui lavorare insieme (espressone orale delle proprie competenze, acquisizione di un linguaggio più sicuro, organizzazione del tempo di studio a casa, rimodulazione di un metodo di studio).

Il progetto non si configura come una sorta di lezioni private e non sostituisce l’intervento esterno di altre figure o attività. Viene pensato in modo specifico per ogni ragazzo coinvolto e si mantiene flessibile nel tempo per seguire l’evoluzione delle competenze e l’emergere di eventuali nuove problematiche.